Questo sito utilizza cookie per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Cliccando su "Ok, ho capito!" acconsenti all'uso dei cookie e puoi proseguire con la navigazione. Per informazioni sui cookie e su come bloccarli clicca su "Maggiori informazioni".

Il ritrovo, al ristorante in collina per una serata conviviale,
che della Pro Loco, il primo dicembre, è la cena sociale.
Volontari ed amici arrivan entro le venti,
per cenare tutti insieme felici e contenti.
La taverna a noi solo è riservata
non tanto grande, ma ben illuminata.
Chiacchierando in attesa dell’antipasto,
le 20e30, già c’è ritardo, forse c’è stato un guasto;
arrivan finalmente due ragazze con sol due piatti in mano,
saranno nuove cameriere che c’è di strano;
vengon dalla cucina, su e giù dalle scale e senza fretta…
ci portan l’antipasto… una misera fettina di polenta e pancetta;
dopo parecchi minuti ci sono le tagliatelle al ragù bianco come primo,
a me paion un po’slavate… certo non le stimo.
Qualcun comincia a lamentarsi pel cibo freddo e scarso,
poi il secondo è alfin apparso….
un arrostino sottile e troppo saporito
che molti di noi han poco gradito.
Il dolce … che tenerina!
per qualcuno niente, per gli altri ve n’è assai pochina..
E per finire in gloria… una ricca lotteria
che nell’ottica della serata, è stata la nota più lieta che ci sia.
Un pasto appena passabile, insufficiente, freddo, e mal servito,
un mormorio…. ce lo sarem legato al dito.
Ma per fortuna siam stati
in una divertente compagnia, spensierata e bella….
quasi quasi a casa mi farò una frittella.

Fiumi Mauro, Venerdì 1° dicembre 2017