Questo sito utilizza cookie per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Cliccando su "Ok, ho capito!" acconsenti all'uso dei cookie e puoi proseguire con la navigazione. Per informazioni sui cookie e su come bloccarli clicca su "Maggiori informazioni".

alt
alt
alt

La partita di pallone

Bologna – Napoli, in notturna allo stadio comunale una partita avvincente,

dove anche l’ANT sarà presente,

e appena le porte verranno aperte

...i volontari pronti a raccoglier offerte.

Anche da Zola Predosa è partita una delegazione

che ha dato il suo supporto per l’occasione;

i volontari agli ingressi si son posizionati

per accogliere col sorriso uomini, donne, bambini e pensionati.

Carmen, Gigliola, Leda, Lisetta, Cesare, Gianni, Rolando e Mauro, coi cubi alla maratona centrale si son sistemati,

e gentili incontrano i tifosi, anche i più agitati,

che mentre alcuni velocemente dribblavano,

molti altri per dare un piccolo/grande contributo si fermavano.

E’ un significativo aiuto a questa Fondazione

che porta sollievo a tante sfortunate e sofferenti persone.

La partita appena iniziata

e dal Napoli subito qualche bordata;

per fortuna non avevano ancora carburato

così i pali han solo sfiorato.

Tra folclore, botti, cori, canzoni “jamme jamme", "oj vita oj vita mia” e qualche sfottò,

sembrava d’essere ad uno sketch di Totò.

Lo speaker nell’intervallo il generoso incasso di offerte ha annunciato

ed all’Associazione Italiana Tumori, da tutti un grande applauso vien dedicato.

Nel secondo tempo, i partenopei un’altra marcia han ingranato,

e con Hamsik, Cavani e Dzemaili, tre “gnocchi” ci han rifilato.

Ormai salvo il Bologna, forse con la testa era già al mare,

per noi tifosi una partita da dimenticare.

E per consolarci di questa sportiva delusione,

al ristorante ci siam presi pizza e calzone,

abbiamo infin brindato felici a questa solidale iniziativa bella,

toc e dai la zirudella.

Fiumi Mauro, 8 Maggio 2013