Questo sito utilizza cookie per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Cliccando su "Ok, ho capito!" acconsenti all'uso dei cookie e puoi proseguire con la navigazione. Per informazioni sui cookie e su come bloccarli clicca su "Maggiori informazioni".

alt
alt

                          

Il 2013 sta per finire

L’anno è quasi terminato …..

non è passato certo inosservato.

Tra Iva, Tares, Trise,Mutui, Irap, Irpef, Iuc, e Tac,

rischiamo adesso un bel patatrac.

Iniziato con la regia del tecnico Prof. Monti

quasi quasi si finiva a dormire sotto i ponti.

Poi l’augusto presidente Napolitano

ha preso la bacchetta in mano,

ha nominato Letta per fare un governo di larghe intese,

peccato che a rimetterci sian sempre le tasche del paese.

Ora dal parlamento Berlusconi è stato allontanato,

ma lui, con acre sfogo in t.v. ha rilanciato;

ai servizi sociali, si dovrà affidare

certo, con la giovane fidanzata potrà farsi consolare.

Infine mi rivolgo a lei, Onorevole Premier,

dia una spinta all’economia, faccia però in fretta....

altrimenti rimarrem tutti in bolletta;

elimini l’accise, gli enti inutili, diminuisca le tasse, colpisca gli evasori, dimezzi il numero e gli stipendi ai parlamentari,

con i più soldi in tasca le saremo molto cari;

lavoro, investimenti , shopping e vacanze al mare,

i consumi potranno di nuovo lievitare.

In questi giorni Renzi le primarie ha vinto con clamore, 

speriamo ora che alle parole corrispondano i fatti, e si faccia veramente onore.

Ormai, siam quasi a fine anno,

non tartassateci ancora con ulteriore danno.

Amici siate ottimisti, state allegri, … diceva nonna Sofia

che aveva la seconda elementare e ne sapeva assai poco di filosofia:

“basta pace, pane, fagioli, cipolla e poche lire al mese

e ci caveremo fuori dalle spese ”.

Antico motto latino: “Gaudeamus, godiamo la vita” ne abbiamo una sola … non sprechiamola, è troppo bella, e … toc e dai … questa è solo una “pretenziosa” zirudella.

Fiumi Mauro, Natale 2013