Questo sito utilizza cookie per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Cliccando su "Ok, ho capito!" acconsenti all'uso dei cookie e puoi proseguire con la navigazione. Per informazioni sui cookie e su come bloccarli clicca su "Maggiori informazioni".

Si festeggia il Natale a villa Edvige Garagnani,
cornice elegante di fatti inaspettati fors’anco strani.
Al noster presidant Gaibari che della Pro loco gestisce i volontari
vien presto al mattino per organizzare il mercatino;
gli arriva una telefonata…..” a Vignola la ferrovia s’è fermata”;
così velocemente se n’è dovuto andare
per aggiustar un passaggio a livello che non voleva funzionare;
con tecnologica competenza ha provato e riprovato,
poi con un calcione ha rimediato.
Intanto i volontari lavoran tutti al posto giusto…
Leda e Carmen armistdan la pulant con tanto gusto;
Rina prepara le tigelle, Giuliana sforna le ciambelle ;
Luciano e Paolino i castran i maron,
Adriano prepara dal vein brulè cheld e dimondi bon;
Mauro l’incasseva i suldein dal caffa’, dal tigell , e d’la brazadela
con Marisa che l’era sanza vous, e an d’scureva brisa,
la v’leva cunter una sturiela,,,,,.am per na fola, quasta l’è propi bela.
Mo s’et fat Marisa et cantè totta la not?
Mo no, sono raffreddata, la mia voce rauca se n’è andata.
Al selta so Adriano… ben mo da bon, “bav al mi vein brulè,
calma la gola e ristora le tonsille, l’è mei dal the,
l’è un bon rimedi part te Marisa, a son sicur c’an sbali brisa.”
Al primo piano in carrozzina c’è un signore handicappato,
è fermo davanti all’ascensore che s’è bloccato;
vien subito avvertito il tecnico manutentore,
e ai vigili del fuoco spiegan il problema dell’ascensore,
“non è indispensabile il nostro intervento,
chiamate la croce rossa… loro competenza è lo spostamento”.
Corrado corre all’ambulanza che lì vicino è ubicata,
ma purtroppo è fuori per una chiamata.
Il tecnico è arrivato… il guasto vien riparato;
non si è ben capito qual’è stato l’inconveniente,
comunque per l’intervento non ha richiesto niente,
ha gustato una nostra tigella, ripiena di stracchino e mortadella.
Mauro alla cassa, è alle prese con gli spicciolini
per fortuna arriva Pizzi che gliene porta dei sacchettini.
“Ragazzi si può leggere il “Resto del Carlino…
Ve lo noleggio gratis o quasi…. solo un centesimino”.
Svelti ora! … tutti in posa c’è il giornalista… ci farà una foto da vero artista.
Gabriel l’ha fam… una tigella ha messo a riscaldare…
poi tra i banchetti si è messo a guardare..
oggetti natalizi, prodotti tradizionali e curiose creazioni di abili mani artigianali.
E’ arrivato il sindaco con signora,
suona l’allarme, azibrec, non era mai successo prima d’ora.
Esce fumo dalla cucina, ma cos’è successo con quella tigellina?
un incendio? no! sul fuoco a riscaldare,
è diventata carbone, attenti!... qui si può tutto affumicare.
Nel parco una fontanella s’è formata,
forse da un tubo rotto l’acqua è sgorgata;
il bagno è otturato? no problem… c’è quello all’ammezzato.
Intanto Gianni l’arte del Pongo insegna ad una frotta di bambini,
e Giorgio fa il Babbo Natale… all’ingresso accoglie grandi e piccini.
Luci, musica, allegria ci hanno accompagnato
ed alla sera ogni problema è sorpassato.
S’affievoliscono le voci, si spengono le luci;
“la settimana prossima in piazza, starem freschi alla guazza;
faremo gran festa,… verrà tanta gente,
speriamo di evitar qualche altro inconveniente”
Sarà ancora una giornata movimentata? divertente… bella?
mò senz’eter…. e vai con la mia zirudella.

Fiumi Mauro, Natale 2016